Vampirismo a un anno e mezzo

Posted on 23 settembre 2008

1


Dopo aver trattato di lupi mannari non potevo non riportare un aneddoto “linguistico” sul vampirismo…

Samuel e Roberta vanno a visitare due amici e la loro figlioletta di un anno e mezzo.
Portano alcuni doni e pensieri: essendo stato in Romania, Samuel non ha potuto fare a meno di comprare souvenir dedicati al mito di Dracula e al personaggio storico che ha ispirato Bram Stocker: Vlad Ţepeş.

La bimba si affeziona subito a Roberta, mentre di Samuel non riesce nemmeno a dire il nome. Bofonchia qualcosa, timida. I due amici apprezzano molto i doni: sono veri conoscitori dell’argomento, e mostrano alla figlia, ben attenti a coinvolgerla anche in questo, le magliette, il copri-bottiglie, il magnete da frigo.

La bimba viene messa a letto tra una canzoncina e una favola anche se vorrebbe tornare in sala “con gli amici”: “E chi sono gli amici?” “Roberta e… “.

Alla fine anche i due ospiti vanno a dormire, e la serata finisce. Ma l’intermezzo vampiresco ha dato i suoi frutti. Il mattino successivo il papà chiede alla figlia: “Ti ricordi come si chiamavano i due amici che sono venuti a trovarci ieri?”
E la risposta è meravigliosa: “Roberta e SANGUEL”.

Beh, almeno l’ambito semantico l’ha indovinato…

:)

Le dedico questa tavola di Leo Ortolani, dove l’Ombra vaga in sé stessa e incontra degli ospiti che non riconosce…

Tavola di Leo Ortolani per Ratman - Janus Valker è l'ombra incarnata, e incontra i vampiri delle tenebre

Tavola di Leo Ortolani per Ratman - Janus Valker è ombra fatta carne, e incontra i vampiri nelle tenebre.

Advertisements
Posted in: Facetiae