Criminali e antropomorfi, a Milano.

Posted on 7 giugno 2011

2


Definizione di “antropomorfo secondo i principali dizionari italiani online:

Vocabolario Treccani:

antropomòrfo agg. e s. m. [dal gr. ἀνϑρωπόμορϕος, comp. di ἄνϑτωπος «uomo» e -μορϕος «-morfo»]. –

1. agg. Che ha sembianze di uomo, o è raffigurato in sembianze umane: divinità antropomorfe. In zoologia, scimmie a. (o antropoidi), primati della famiglia pongidi (gibbone, gorilla, orango, scimpanzé), che per aspetto esteriore e struttura anatomica si avvicinano molto all’uomo.

2. s. m. In antropologia, nome con cui gli evoluzionisti designano le forme intermedie tra scimmia e uomo. A. fossili, gruppo di resti fossili (pliopiteco, neopiteco, pitecantropo, ecc.) scoperti negli ultimi tempi nei varî luoghi della terra.

Sapere.it:

agg. [f. -a; pl.m. -i, f. -e] che ha forma d’uomo: divinità antropomorfe | scimmie antropomorfe, ( zool.) quelle più evolute (orango, scimpanzé, gorilla) ¨ n.m. [f. -a; pl.m. -i, f. -e] in antropologia e paleontologia, individuo la cui forma rappresenterebbe il momento di transizione tra la scimmia e l’uomo

¶ Dal gr. anthropómorphos, comp. di ánthropos ‘uomo’ e morph ¢ ‘forma’.

Garzanti linguistica:

[an-tro-po-mòr-fo]

Dal gr. anthro¯pómorphos, comp. di ánthro¯pos ‘uomo’ e morphee-/ ‘forma’

agg. che ha forma d’uomo: divinità antropomorfe | scimmie antropomorfe, (zool.) quelle più evolute (orango, scimpanzé, gorilla)
s. m. in antropologia e paleontologia, individuo la cui forma rappresenterebbe il momento di transizione tra la scimmia e l’uomo.

Sabatini-Colletti:

[an-tro-po-mòr-fo] agg., s.

  • agg. Che ha aspetto umano: divinità a. || scimmie a., quelle più evolute, p.e. gorilla, scimpanzé, orango e gibbone
  • s.m. Secondo alcune teorie antropologiche, forma di passaggio tra la scimmia e l’uomo
  • a. 1819

Il Grande Italiano:

[an-tro-po-mòr-fo]
A agg.
1 Che ha figura umana: rappresentazione antropomorfa della divinità
2 ZOOL Di scimmie che presentano caratteri morfologici affini a quelli dell’uomo, come lo scimpanzé, il gorilla e l’orango

B s.m.
Scimmia antropomorfa

Wordreference:

[an-tro-po-mòr-fo] aggettivo
che ha una forma simile a quella dell’uomo:
Esempio: statuette antropomorfe.

Giorgio Cavazzano (tra le altre cose, il più importante disegnatore Disney al mondo), Tito Faraci (sceneggiatore che ha dato nuova vita al fumetto Disney con il suo ciclo “Topolino noir”), Marco Corona (autore di libri a fumetti che in un modo o in un altro sono legati al mondo Disney), Giancarlo Ascari (autore di libri a fumetti dedicati, tra le altre cose, alla città di Milano), Matteo Guarnaccia (artista e fumettista), Diego Cajelli (autore di fumetti e sceneggiatore), Stefania Rumor (direttrice della rivista “Linus”, di Milano), Andrea Pasini (responsabile dell’editing di Diabolik):  tutti insieme si troveranno a Milano tra venerdì e domenica per parlare del rapporto tra fumetti e la città di Milano.

C’è spazio per la Milano Criminale, per Diabolik, per gli animali antropomorfi, per Art Spiegelman (e una sua videointervista): il programma completo delle 3 giornate è qui. Ah, dimenticavo: tutto questo si chiama “Streep 2“, ché lo Streep 1 c’è già stato, un paio di anni fa.

Il posto è il locale Arci BITTE, in via Watt 37, a Milano, un bel locale che va famoso per le sue numerose quanto estrose attività.
Ingresso gratuito con tessera ARCI obbligatoria (per tesseramento online: http://www.bittemilano.com).

Ci vediamo lì da venerdì pomeriggio dalle 19:00.

Annunci