Cimbri Reloaded

Posted on 27 giugno 2011

0


Nelle valli attorno a Verona e Vicenza, in Lessinia, vivono i cosiddetti “Cimbri Veronesi“. Che parlano il Cimbro, una lingua dalle chiare parentele germaniche.

Dal quattordicesimo secolo in poi li si è considerati i diretti discendenti delle tribù cimbre discese dallo Jutland e sconfitte a Vercelli dai Romani nel 101 a.C. Ma davvero la loro lingua è di origine danese?

Qualcuno sostiene di sì, ma in effetti pare che il “Cimbro” (che gli autoctoni chiamano “Taucias Gareida”) sia invece imparentato con i dialetti Austro-Bavaresi della Germania del sud, come molti altri dialetti Alto Tedeschi che si parlano nel nord Italia; semplicemente, il suo forte isolamento ha fatto sì che la sua origine tedesca fosse meno riconoscibile.

E la storia di queste migrazioni è molto interessante:  il monastero di Benediktbeuern, che voi di sicuro conoscete perché tra le altre cose vi sono stati ritrovati i Carmina (per l’appunto) Burana (Oh, fortuna, velut luna statu variabilis!!), era in contatto con l’abbazia di Santa Maria in Organo di Verona, a sua volta legata all’abbazia di Santa Croce, a Campese; come riportato su Wikipedia:

quest’ultima possedeva delle proprietà presso Foza, ed è quindi probabile che i primi Cimbri si fossero stanziati qui, espandendosi poi nei dintorni.

Per lo studio genetico che ha fugato ogni dubbio circa l’inesistente parentela tra i Cimbri Veronesi e i Cimbri Danesi, si veda l’articolo “No Signature of Y Chromosomal Resemblance Between Possible Descendants of the Cimbri in Denmark and Northern Italy“, di Børglum, Vernesi, Jensen, Madsen, Haagerup e Barbujani: American Journal Of Physical Anthropology 132:278–284 (2007).

Traggo invece dal volume “Vocabolario dei Cimbri di San Sebastiano e Carbonare, del Comune di Folgaria”, di B. Schweizer; Edizioni Taucias Gareida, 2002, la seguente comparazione tra vocaboli italiani, Slambrot, Taucias Gareida e Tedesco moderno.

Italiano Slambrot Taucias Gareida Tedesco
Falciare znaidan snaidan schneiden
Campo akar akar Acker
Paura vorte vorte Furcht
Braccio, povero arm arm Arm
Orso pear per Bär
Barba part part Bart
Montagna perk pearch Berg
A buon mercato bolve bolvar billig
Soffiare plasan pljasan blasen
Sangue pluit pljuat Blut
Pane proat proat Brot
Fratello pruidare prudar Bruder
Bruciare prenan prenjan brennen
Tuonare tondart tondarn donnern
Buio tunkel tunkan dunkel
Sottile dune dunje dűnn