Due diversi modelli linguistici, una spiegazione

Posted on 10 ottobre 2012

2


L’85 percento circa delle lingue del mondo è classificabile all’interno di due categorie:

  • quelle in cui la frase più semplice è composta da soggetto+verbo+oggetto (“La ragazza calcia il pallone”)
  • e quelle in cui la frase più semplice è composta dalla sequenza soggetto+oggetto+verbo “(la ragazza il pallone calcia”).

La ragione di una tale differenza non è mai stata ben spiegata sinora: una ricerca del Dipartimento di Scienze Cognitive del Massachusett Institute of Technology ritiene di poterla giustificare utilizzando concetti presi in prestito dalla Teoria dell’Informazione,; i ricercatori presenteranno la loro ipotesi di lavoro nel prossimo numero della rivista “Psychological Science”.

L’articolo continua (in inglese) su http://web.mit.edu/newsoffice/2012/applying-information-theory-to-linguistics-1010.html

Annunci
Posted in: Facetiae