Longoparole

Posted on 9 gennaio 2012

10


Per vostro diletto vi scrivo qui un dizionarietto di tutte le parole italiane che derivano dal Longobardo.
Sia le definizioni che le etimologie sono tratte da

Il Devoto-Oli Vocabolario della lingua italiana 2008“, a cura di Luca Serianni e Maurizio Trifone; Edmund Le Monnier, 2007; Milano.

airone – Nome com. di alcuni uccelli della famiglia degli Ardeidi, di grande taglia, con collo e zampe allungatissimi, becco lungo, diritto, conico – Dal longobardo *haigiro attraverso la forma lett. arcaico aghirone; cfr. il latino medievale hairo -onis – fine secolo XIII
aldio – Presso gli antichi Germani, uomo di condizione semilibera, destinato alla coltivazione dei campi o ad altri servizi, e non ammesso nell’esercito – Dal latino medievale aldius o aldio, da un longobardo *aldio ‘uomo semilibero’ – prima del 1580
anca – Regione anatomica che comprende la radice della coscia e parte della base del tronco – Dal longobardo *hanka – secolo XIII
arimanno – Il guerriero, e quindi l’uomo libero per eccellenza, secondo le istituzioni germaniche dell’alto Medioevo – Dal latino medievale arimannus, dal longobardo hariman ‘guerriero’ – prima del 1750
arraffare – Afferrare, strappare con violenza – Dal longobardo *hraffôn ‘afferrare’ – secolo XIV
arruffare – Mettere in disordine, scompigliare (anche con la prep. a) – Der. del longobardo *rauffen ‘agitarsi’, col pref. a(d)- – prima del 1342
atticciato – Tarchiato, di corporatura grossa e robusta – Der. del longobardo *thikki ‘grosso(1)’, col pref. a(d)- – seconda metà sec
balcone – Finestra aperta fino al piano del pavimento e fornita di una balaustra o ringhiera – Dal longobardo *balk ‘palco di legname’ – prima metà del secolo XIV
banca – Istituto che compie operazioni monetarie e di credito, impiegando il capitale proprio e quello depositato dai clienti – Dal longobardo *banka ‘panca’ – prima del 1333; sign. 1 e 2, secolo XVII
bara – Telaio di legno con stanghe sporgenti ai due capi, per portare a spalla i morti – Dal longobardo *bàra ‘lettiga’ – prima metà del secolo XIV
baruffa – Alterco rumoroso fra più persone che finiscono per venire alle mani – Dal longobardo *biroufan ‘contrastare’ – prima del 1400
bergolo – Gabbione di vimini riempito di ciottoli per riparo alle sponde dei fiumi – Dal sett. berga, dal longobardo *berk ‘protezione’ – prima metà del secolo XIV
berlina – Pena infamante, di antica origine barbarica, ma in uso sino al XIX sec., che consisteva nel tenere esposto al ludibrio della gente, per un determinato periodo di tempo, il condannato incatenato in luogo pubblico su un palco (detto anch’esso berlina), oppure su una carretta portata in giro per le strade, incatenato e con una scritta indicante il delitto commesso – Da un dim. del longobardo *bredel ‘asse, tavola’ – secolo XV
biacca – Nome generico di sostanze coloranti bianche costituite da carbonato basico di piombo (b. di piombo) o da ossido di zinco (b. di zinco) – Dal longobardo *blaih ‘sbiadito’ – prima del 1313
bica – Mucchio di covoni di grano o d’altri cereali mietuti, disposto in modo simmetrico per consentire l’aerazione interna e il minor danno possibile alle spighe in caso di pioggia, lasciato sui campi prima della trebbiatura allo scopo di completare la maturazione delle cariossidi e l’essiccamento degli steli (paglia) – Dal longobardo *bīga ‘mucchio’ – prima del 1313
biffa – In topografia, asta spaccata in cima, nella quale s’infila un cartoncino, usata come segnale di riferimento per individuare allineamenti o punti di perimetri o punti di una poligonale plano-altimetrica – Dal longobardo *wīffa ‘fastello di paglia’, considerato come segno di confine – secolo XVI
bioscia – Minestra eccessivamente brodosa e scipita – Dal longobardo *blauz ‘nudo’ – secolo XVIII
bischizzo – Bisticcio, gioco di parole – Latino medievale bischicium, dal longobardo *biskiz ‘inganno’ – prima del 1529
bisticciare –  Litigare animatamente e stizzosamente, anche se in modo non grave – Forse dal longobardo *biskizzan ‘ingannare’ – secolo XV
boa – Galleggiante per ormeggio o segnalazioni – Dal genovese boa, dal longobardo *bauga ‘anello’ – 1813
bolzone – Sorta di freccia lanciata da una speciale balestra (balestra a bolzoni) – Latino medievale (secolo VIII) bultio -onis, dal longobardo *bultjo ‘freccia’ – secolo XIII
borire – Far alzare in volo la selvaggina per abbatterla – Dal longobardo *burrjan – secolo XVIII
brado – Di animale domestico che vive all’aperto, allo stato libero e quasi selvatico – Forse dal longobardo *braida ‘pianura aperta’ – secolo XIV
bulino – Utensile per incidere a mano metalli dolci o cuoio, usato anche nelle costruzioni meccaniche per asportare bavature, smussare spigoli, ecc. – Forse dal longobardo *boro ‘succhiello’ attraverso l’arcaico burino – secolo XVI
castaldato – In epoca longobarda, circoscrizione di cui era a capo un castaldo – Dal latino medievale castaldatus, der. del longobardo *gastald ‘amministratore di beni sovrani’ – 1955
castaldo – Amministratore dei beni di una comunita’ – Dal longobardo *gastald ‘amministratore di beni sovrani’ – secolo XIII
ciuffo – Vistosa ciocca di capelli sulla fronte – Forse dal longobardo *zupfa (ted. Zopf) ‘ciuffo’ – secolo XVI
faida – Nell’antico diritto germanico, lo stato di inimicizia o di guerra privata che si creava fra la parentela o il gruppo sociale dell’ucciso, del leso, dell’offeso e quella della persona ritenuta responsabile del delitto, fino al conseguimento della riparazione o tramite la vendetta (anche di sangue) o tramite una composizione pecuniaria (guidrigildo) – Dal latino medievale faida, dal longobardo *faihida ‘ostilità’ – prima metà del secolo XVIII
fara – Presso i Longobardi, ciascuno dei corpi di spedizione (coincidenti col gruppo parentale in senso lato) in cui si divideva il popolo in armi durante le migrazioni – Dal longobardo *fara – prima del 1912
federa – Involucro di tessuto, a forma di sacco, per guanciali da letto – Dal longobardo *fèdara ‘penna, piuma’ – metà secolo XIV
fodero – Guaina per armi bianche – Dal longobardo *fòdr ‘custodia della spada’ – fine secolo XIII
fodro – Nel Medioevo, il diritto dei pubblici ufficiali e del sovrano in viaggio, di esigere dalle popolazioni foraggio e biada per i cavalli – Dal longobardo *fodr ‘foraggio’ – prima del 1512
forra – Profonda gola a pareti verticali e avvicinate, tra le quali scorre un corso d’acqua – Dal longobardo *furha ‘spazio fra i solchi’ – metà secolo XIII
fresco – Moderatamente e gradevolmente freddo – Dal longobardo *frisk – inizio secolo XIV
ghermire – Afferrare con gli artigli – Dal longobardo *krimmjan – prima del 1313
gherone – Ciascuno dei due lembi triangolari di stoffa, applicati inferiormente ai lati della camicia per aumentarne l’ampiezza – Dal longobardo *gairo ‘giavellotto’ – secolo XIII
ghiera – Puntale metallico di rinforzo – Latino vĭria ‘braccialetto’, trattato come parola longobardo con ghie- al posto di ve-
ghiera – Dardo o freccia col ferro affusolato e lateralmente munito di uncini – Latino veru ‘spiedo’, incrociato col longobardo *gairo ‘giavellotto’ –
gnocco – Ciascuno dei bocconcini impastati con farina e patate lessate e schiacciate che si mangiano come primo piatto, lessati e conditi in vario modo – Dal veneto gnoco, risalente prob. al longobardo *knohha ‘nodo’ – secolo XV
graffa – Segno grafico ({ }) usato per raggruppare concettualmente due o più righe o per racchiudere in parentesi un’espressione letterale o numerica di valore specifico – Dal longobardo *krapfo ‘uncino’ – 1869; nel sign. originario di ‘artiglio, zampa’, secolo XV
graffiare – Lacerare con le unghie più o meno profondamente (anche con la prep. a) – Der. del longobardo *krapfo ‘uncino’ – secolo XIII
graffio – Uncino di ferro, rampino – Dal longobardo *krapfo ‘uncino’ – secolo XIII
granfia – Zampa artigliata di animale predatore – Dal longobardo *krampf ‘uncino’ – secolo XV
gremire – Riempire fittamente, occupare interamente, affollare – Dal longobardo *krammjan ‘riempire’ – secolo XVI
griffa – Artiglio, granfia – Dal longobardo *grīfan ‘acchiappare’ – secolo XIV
grimo – Genitore – Voce sett., forse dal longobardo *grimm ‘rugoso’, ricollegabile al fr. grime ‘maschera, smorfia’ – secolo XVI
grinfia – Zampa artigliata – Dal longobardo *grīfan ‘prendere’, incr. con granfia – prima metà del secolo XVII
grinza – Corrugamento o piegatura sgradevole che interrompe l’uniformità di una superficie altrimenti tesa e liscia – Dal longobardo *grimmiza – secolo XV
gruccia – Apparecchio ortopedico (detto anche stampella), costituito da un lungo bastone biforcato nella parte superiore a sostenere un appoggio per l’ascella, oppure munito di un’impugnatura per la mano e di un sostegno per l’avambraccio, usato da pazienti con uno degli arti inferiori parzialmente o totalmente amputato o immobilizzato – Dal longobardo *krukkja – secolo XIV
gruzzolo – Somma di denaro, per lo più di modesta entita’ – Dal longobardo *gruzzi ‘mucchio di roba inservibile’ – secolo XIV
guada – Rete da pesca, quadrata, di ca. 2 m per lato – Dal longobardo *wada, cfr. ted. moderno Wate – secolo XVI
guado – Pianta erbacea delle Crocifere (Isatis tinctoria), a foglie verdi-glauche e fiori gialli, dalle cui foglie e radici si estraeva un tempo un colorante azzurro per tingere stoffe, analogo all’indaco – Dal longobardo *waid ‘erba colorante’ – secolo XIII
guaita – Persona posta a guardia di qualcosa – Dal longobardo *wahta ‘guardia(1)’ – secolo XIV
gualcare – Nella lavorazione dei tessuti e delle pelli, sodare mediante la gualchiera – Dal longobardo *walkan ‘rotolare’ – secolo XIV
gualcire – Sgualcire. – Dal longobardo *walkan – secolo XVI
gualdana – Scorreria di cavalieri in territorio nemico – Dal longobardo *wald ‘bosco’, quasi ‘imboscata’ – seconda metà secolo XIII
gualdo – Bosco: sopravvive in alcuni toponimi (per es. Gualdo Tadino) – Dal longobardo *wald ‘bosco’ – prima metà del secolo XIV
guancia – La parte laterale carnosa del viso, compresa tra lo zigomo e la bocca – Dal longobardo *wankja – secolo XIII
guarire – Ricondurre a uno stato normale di efficienza fisica, rimettere in salute, ristabilire (anche con la prep. da) – Dal longobardo *warjan ‘mettere riparo, difendere’ – prima del 1294
guarnire –  Munire di quanto serve per la difesa o per il regolare funzionamento (anche con la prep. di) – Dal longobardo *warnjan ‘preparare’ – secolo XIII
guatare – Guardare intensamente (con un senso di interesse, di sospetto, di risentimento, ecc.) – Dal longobardo *wahtan ‘essere di guardia’ – secolo XIII
gueffa – Matassa – Dal longobardo *wiffa ‘strofinaccio di paglia’ – inizio secolo XIV
guidalesco – Piaga di un animale da tiro o da soma, provocata dall’attrito dei finimenti – Dal longobardo *widarrist ‘garrese’ – secolo XIV
guidrigildo – Secondo l’antico diritto germanico, il prezzo che l’uccisore doveva pagare alla famiglia dell’ucciso per riscattarsi dalla vendetta – Dal latino medievale guidrigild, dal longobardo *widregild ‘denaro (gild) dato indietro (widre-)’ – prima del 1876
inguattare – Nascondere, infrattare, imboscare – Prob. der. del longobardo *wahtari ‘guardiano’, col pref. in-(2) – 1951
izza – Alterazione conseguente a provocazione o irritamento – Dal longobardo *hitza ‘calore, furia’ – secolo XIV
lasca – Pesce dei Ciprinidi (Chondrostoma genei), dal corpo affusolato di color cenerognolo sul dorso e bianco argenteo sul ventre, e con carni mediocri e liscose – Dal longobardo *aska ‘cenere’ (per il suo colore), con concrezione dell’art. – 1313-19
lonzo – Privo di consistenza e di vigore – Dal longobardo *lunz ‘pigro’ – secolo XVII
magone – Il ventriglio del pollo – Dal longobardo *mago ‘gozzo’ – secolo XV
marrone – Bestia che guida il branco – Forse dal longobardo *marh ‘cavallo’ – 1869
melma – Terra intrisa d’acqua, attaccaticcia e scarsamente consistente, che si trova spesso sul fondo di fiumi e paludi o è lasciata in deposito da piene o alluvioni – Dal longobardo *melma – prima del 1313
milza – Organo di forma ovoidale, costituito di un tessuto linfoide e di parenchima proprio, situato profondamente nell’ipocondrio sinistro della cavità addominale, dietro allo stomaco, subito al disotto del diaframma – Dal longobardo *milzi – secolo XIII
muffa – Nome di funghi saprofiti o parassiti di animali e vegetali, appartenenti a famiglie e generi diversi, dovuto al fatto che sulla superficie degli organismi o delle sostanze su cui vivono da saprofiti o parassiti formano un micelio abbondante e non molto compatto, simile a velluto, di diversa colorazione – Prob. dal longobardo *muff, cfr. il ted. Muff ‘muffa’ – prima del 1313
mundualdo – Nel diritto longobardo, il titolare del mundio, capo assoluto e protettore del nucleo o gruppo famigliare – Dal latino medievale mundoaldus, dal longobardo *mundwalt – prima metà del secolo XIV
nocca – La parte del dito corrispondente a un’articolazione – Dal longobardo *knohha ‘giuntura’ – secolo XVI
pacca – Pezzo – Dal longobardo *pakka, corrispondente al ted. Bache ‘guancia; coscia (del cavallo); natica’ – secolo XIV
palco – Ripiano costituito da una serie di assi e travi fra loro connesse – Dal longobardo *palk ‘trave’ – seconda metà secolo XIII
palla – Sfera per lo più cava, di dimensioni e materiali vari, usata in diversi giochi e sport – Dal longobardo *palla – seconda metà secolo XIII
panca – Sedile per più persone, per lo più di forme semplici o rustiche, costituito da un’asse orizzontale sostenuta da quattro piedi o da due montanti laterali – Dal longobardo *panka – 1303
patta – In sartoria, il risvolto esterno delle tasche – Forse da un longobardo *paita ‘veste’ – 1935
persico – Pesce dei Percidi (Perca fluviatilis), abbondante nei laghi della Lombardia, caratterizzato dalla bocca protrattile, dalla pinna dorsale con spine assai sviluppate e da una grande macchia nera sulla parte posteriore – Incr. del latino perca ‘pesce persico’ e del longobardo *parsik – secolo XVI
pizzo – Foggia di barba, rasata sulle guance e terminante a punta sul mento – Prob. dal longobardo *(s)pizzo ‘punta, cima’, cfr. il ted. Spitze – metà secolo XIV
predella – Bassa piattaforma che serve di base a un mobile – Dal longobardo *pretil ‘asse, tavola’ – prima metà del secolo XIV
predella – Redine, briglia – Dal longobardo *pridel ‘briglia’ – prima metà del secolo XIV
raffio – Arnese per afferrare, costituito da un’asta di legno o di metallo terminante con uno o più uncini, usato soprattutto in marina – Da una parola longobardo affine al ted. antico raffel ‘uncino’ –  prima del 1313.
ranfia – Granfia – Dal longobardo *rampf –  1840.
ranfio – Raffio – Dal longobardo *rampf –  1808.
ranno – Il miscuglio filtrato di cenere e acqua bollente usato per lavare i panni – Dal longobardo *rannja –  secolo XIV.
raspare – Spianare, levigare per mezzo di una raspa – Dal longobardo *raspōn –  secolo XIV.
ricco – Che ha larghe disponibilità economiche, spec. in denaro – Dal longobardo *rihhi –  secolo XII.
riddare – Fare una ridda – Dal longobardo *wrīdan ‘svolgere, voltare’ –  secolo XIII.
riffa – Prepotenza – Da una variante del longobardo *hrīffon ‘afferrare’ –  secolo XVI.
riga – Segno rettilineo tracciato su una superficie – Dal longobardo *rīga –  secolo XIII.
roffia – Spuntatura di pelli conciate – Dal longobardo *hruf ‘crosta, forfora’ –  secolo XIV.
rosta – Intrico di frasche – Dal longobardo *hrausta ‘fascio di frasche’ –  sign. 1, secolo XIV. sign. 2, secolo XIII.
ruffa – Zuffa di molte persone tendenti tutte ad appropriarsi di qualcosa – Dal longobardo *(bi)hrūffjan ‘schiamazzare’ –  secolo XV.
ruspo –  Dalla superficie ruvida o scabra – Forse da un longobardo *ruspi ‘ispido –  secolo XVI.
russare – Emettere durante il sonno un rumore cupo in corrispondenza degli atti respiratori – Dal longobardo *hrūzzan –  secolo XIV.
sala – Ambiente, di un appartamento o di un edificio, di ampiezza superiore a quella degli altri ambienti, destinato a scopi di rappresentanza o di riunione o attrezzato per usi e attività particolari – Dal longobardo *sala ‘grosso ambiente coperto’ – secolo XIII
sbreccare –  Rompere, scheggiare agli orli un recipiente di terracotta o porcellana – Dal longobardo *brehhan ‘rompere’, con s- intensivo – 1863
sbrego – Strappo, lacerazione – Der. del sett. sbregar ‘strappare’, der. del longobardo *brehhan ‘rompere’ – 1983
scaffa – Ripiano, scaffale – Dal longobardo *skaf ‘apparecchiatura di tavole’ – seconda metà secolo XVI
scalco – Nel Medioevo e nel Rinascimento, il servitore incaricato di trinciare le carni e servirle ai convitati, in seguito con mansioni di direttore di mensa – Dal longobardo *skalk ‘servo’ – secolo XV
scalfare – Nel linguaggio di sartoria, ingrandire lo scalfo della manica – Forse per metatesi da *sfalcare, dal longobardo falkan ‘togliere’, con s- intensivo – 1965
schermire –  Coprire con un riparo, difendere, proteggere, riparare (anche con la prep. da) – Dal longobardo *skirmjan ‘proteggere’ – secolo XIII
schernire –  Fare oggetto di una derisione sprezzante e offensiva, sbeffeggiare, deridere – Dal longobardo *skirnjan ‘burlare’ – secolo XIII
scherzare – Comportarsi o parlare senza serietà né impegno, per divertire o divertirsi, per prendersi gioco di qualcuno, ecc. – Dal longobardo *skerzōn – secolo XIV
schiena – La parte posteriore del torace dell’uomo compresa tra le spalle e le reni (d’uso più fam. e pop. rispetto a dorso) – Dal longobardo *skena – secolo XIV
schifo – Nell’antica costruzione navale, imbarcazione adibita al servizio di una nave maggiore – Dal longobardo *skif – secolo XV
schiniere – Nell’età classica, elemento dell’armatura che proteggeva la parte anteriore della gamba – Der. del. longobardo *skinko ‘tibia’ – secolo XIV
schiuma – Formazione instabile di bolle d’aria sulla superficie di un liquido sottoposto ad agitazione, sbattimento, ebollizione, pressione – Dal longobardo *skūm – secolo XIII
scocca – In passato, l’ossatura o l’intelaiatura della carrozza – Voce sett., propr. “cassa”, dal longobardo *skokka ‘dondolo’ – 1960
scossale – Grembiule – Dal longobardo *skauz ‘grembo’ – 1960
scranna – Sedia con spalliera e braccioli molto alti, riservata in passato a giudici, docenti e alti funzionari – Dal longobardo *skranna ‘panca’ – secolo XIV
scuro – Ciascuna delle imposte cieche che, applicate alla parte interna delle finestre, consentono la completa oscurità dell’ambiente e migliorano la sicurezza contro le effrazioni – Dal longobardo *skūr ‘copertura, protezione’, incr. con scuro(1) – secolo XVII
sgherro – In antico, uomo armato al servizio di un privato – Dal longobardo *skarrjo ‘capitano’ – secolo XIV
sguattero – Addetto ai lavori più umili e pesanti della cucina – Dal longobardo *wahtari ‘guardiano’, attraverso un antico guattero, con s- intensivo – secolo XV
sornacchiare – Russare – Dal longobardo *snarhhjan ‘russare’ – secolo XV
spaccare –  Ridurre in due o più parti con un colpo violento e netto, spec. usando un corpo tagliente o contundente – Dal longobardo *spahhan ‘fendere’ – secolo XVII
spalto – Nelle opere fortificate, muro o massa di terra che circondava il cammino di ronda o la controscarpa per proteggere i difensori o per coprire la rampa del ramparo o quella del fosso – Dal longobardo *spalt ‘fenditura’, cioè ‘(bastione) dalle molte aperture’ – secolo XV
spanna – La distanza intercorrente fra la punta del pollice e quella del mignolo della mano allargata al massimo – Dal longobardo *spanna – secolo XIV
spranga – Sbarra di legno o di ferro usata come traversa per rinforzo o chiusura – Dal longobardo *spanga, incr. con sbarra – inizio secolo XIV
spruzzare –  Proiettare, mandare fuori un liquido sotto forma di piccoli schizzi – Dal longobardo *spruzzjan – seconda metà secolo XIII
staffa – Ciascuno dei due arnesi di metallo appesi ai due lati della sella, che servono per montare a cavallo e sui quali il cavaliere introduce i piedi appoggiandovisi per cavalcare – Dal longobardo *staffa ‘predellino’ – seconda metà secolo XIII
staggire – Sequestrare, pignorare – Forse dal longobardo *stadjan ‘arrestare’ – secolo XIV
stamberga – Abitazione o ambiente squallidamente oscuro e inospitale – Dal longobardo *stainberga ‘riparo di pietra’ – secolo XVI
stapedio –  Relativo alla staffa dell’orecchio, dal punto di vista anatomico – Dal latino medievale stapèdium ‘staffa’, incr. del longobardo *staffa ‘staffa’ e del latino pes pedis ‘piede’ – 1690
sterzo – Il complesso dei dispositivi che permettono di comandare le ruote direttrici di un veicolo per ottenerne il cambiamento della direzione – Dal longobardo *sterz ‘manico dell’aratro’ – 1805; nel sign. 3, secolo XVII
stia – Ampia e bassa gabbia, per tenervi o trasportare polli o altri gallinacei d’allevamento – Dal longobardo *stiga ‘scala a pioli, gabbia’ – prima del 1306
stinco – Nel linguaggio comune, l’osso della tibia dell’uomo – Dal longobardo *skinko ‘femore’ – secolo XV
stocco – Lo stelo del granturco – Dal longobardo *stok – secolo XV
stollo – La lunga antenna di legno attorno alla quale si ammassa la paglia per formare il pagliaio – Dal longobardo *stollo ‘puntello’ – secolo XVII
stozzo – Tipo di cesello usato in oreficeria per eseguire rilievi ornamentali su lastre piane di metallo – Dal longobardo *stozza ‘tronco’ – secolo XVI
stracco – Sfinito dalla fatica, stanco morto – Dal longobardo *strak ‘rigido’ – secolo XIV
strale – Freccia, dardo – Dal longobardo *strāl ‘freccia’ – prima del 1313
stricco – Nell’attrezzatura navale, sistema funicolare costituito da due bozzelli semplici, uno mobile e l’altro fisso – Dal longobardo *strihha ‘striscia’ – 1889
striscia – Porzione riconducibile a una figura notevolmente allungata, idealmente o realmente delimitata da due bordi paralleli – Dal longobardo *strihha ‘linea’ – secolo XIV
strofinare –  Sfregare una superficie in modo più o meno intenso con la mano o con un oggetto per pulirla, lucidarla, asciugarla, ecc. (anche con la prep. con) – Dal longobardo *straufinōn – secolo XIV
stronzo – Escremento solido a forma di cilindro – Dal longobardo *strunz ‘sterco’ – secolo XV
strozza – Gola – Dal longobardo *strozza ‘gola’ – prima metà del secolo XIV
struffolo – Altro nome della specialità culinaria detta cicerchiata – Forse dal longobardo *strupf ‘ciò che è raschiato’ – secolo XVI
stucco – Materiale plastico adesivo che si adopera per lavori di stuccatura, sia come preparazione di superfici prima della lucidatura, sia per l’esecuzione di decorazioni in rilievo – Dal longobardo *stuhhi ‘scorza’ – secolo XIV
taccola – Uccello dei Corvidi (Corvus monedula), con nuca, lati della testa e parti inferiori grigie, da noi sedentario soprattutto nelle regioni centro-meridionali e insulari, vivente in colonie spesso localizzate in città, ove è impropr. chiamato cornacchia – Dal longobardo *tahala – secolo XV
tanfo – Odore acutamente sgradevole, dovuto a muffa, umidità, aria viziata o a cibi andati a male – Dal longobardo *thampf – secolo XVI
tocca – Tipo di passamaneria, con trama di canapa e di lamina metallica, usato per addobbi sacri – Forse dal longobardo toh ‘panno’ – secolo XIV
tonfano – Tratto di fiume dove l’acqua, a causa di una buca formatasi nel fondo, è più profonda – Dal longobardo *tumpfilo ‘specchio d’acqua’ – secolo XVII
tonfo – Rumore cupo e sordo di qualcosa che si abbatte con una certa pesantezza, spec. nell’acqua – Dal longobardo *tumpf ‘rumore di caduta’, di origine onomat. – secolo XVII
trappola – Dispositivo per la cattura di animali – Der. del longobardo trappa ‘laccio’, con suff. dim. – secolo XIV
trogolo – Vasca rettangolare in muratura, costruita all’aperto, in campagna, per lavarvi i panni o gli ortaggi – Dal longobardo *trog, con suff. dim. – secolo XIV
troscia – Pozzanghera – Der. del longobardo *trausan ‘precipitare’ – seconda metà secolo XIII
tuffare – Immergere brevemente in un liquido (anche con la prep. in) – Dal longobardo *tauff(j)an – secolo XIV
vauda – Brughiera, baraggia – Dal longobardo *wald ‘bosco’ – 1957
visciola – Qualità di ciliegia di colore rosso scuro, con polpa acidula e aspretta – Dal longobardo *wihsila – secolo XIV
zacchera – Schizzo di fango sulle scarpe o sul fondo degli abiti – Dal longobardo *zahhar ‘liquido gocciolante’ – secolo XV
zaffo – Tappo di legno spesso avvolto con stoppa, per turare il cocchiume delle botti o dei tini – Dal longobardo *zapfo ‘tappo’ – secolo XV
zaino – Sacco di tela robusta, rinforzato e munito di cinghie per essere portato a spalla – Dal longobardo *zainja ‘cesto’ – secolo XVI
zana – Cesta di forma leggermente ovale, fatta di sottili stecche d’ontano intrecciate – Dal longobardo *zainja ‘cesto’ – secolo XVI
zanca – Gamba, con un accento spregiativo – Latino medievale zanca, affine al longobardo zanka ‘tenaglia’ – secolo XIV
zanna – Ciascuno dei due denti canini lunghi e curvi che sporgono fuori della bocca di alcuni animali, come mezzi di offesa e di difesa – Dal longobardo *zan ‘dente’ – secolo XIV
zazzera – Capigliatura, soprattutto maschile, portata lunga fino a ricadere sul collo – Dal longobardo *zazza ‘ciocca di capelli’ – secolo XIV
zecca – Nome com. di diversi Acari parassiti e part. di quelli appartenenti alla famiglia degli Ixodidi – Dal longobardo *zekka – secolo XV
zeppa – Pezzo di legno usato per rincalzare un mobile o per otturazioni o sostituzioni provvisorie – Dal longobardo *zippa ‘cuneo’ – secolo XIV
zinna – Mammella – Dal longobardo *zinna ‘sporgenza’ – secolo XIII
zipolo – Pezzetto di legno cilindrico e appuntito a un’estremità, che serve a turare la spia delle botti o il foro da cui si spilla il vino – Dal longobardo *zippil ‘punta’ – secolo XV
zizza – Mammella – Dal longobardo *zizza – secolo XIV
zolla – Pezzo compatto e non molto grande di terra che si stacca dal terreno sodo quando lo si lavora – Dal longobardo *zolla, cfr. il medio alto ted. Zolle ‘massa compatta (di sterco)’ – secolo XIV
zuffa – Scontro, baruffa – Dal longobardo *zupfa ‘ciuffo’ – secolo XIV